Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookies.

user_mobilelogo

Qui trovi il veterinario giusto per te:

Veterinari esperti in:

Prossimi Appuntamenti

 

iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Articolo scritto dalla Dott.ssa Laura Cutullo Medico veterinario omeopata

fiori californiani per gli animali 116294Anni fa, e per molti decenni, a Milano girava un uomo che sembrava un folle. Costui con cartelli addosso e sulla sua bici, gridava senza sosta “Ci uccidono con l’onda. Con l’onda ci uccidono!” È mancato qualche anno fa, personaggio ben conosciuto da tutti i Milanesi, e oggi, dopo tempo la sua follia non sembra più tale. Forse aveva proprio ragione lui, ma ce lo gridava quando non eravamo ancora pronti ad ascoltare le sue ragioni. E dire che non è stato il primo a parlare di effetto letale delle onde. Già Emilio Salgari nel 1907 nel suo “Le meraviglie del 2000” racconta di due uomini che si risvegliano da un sonno centenario nell’anno duemila, appunto, e il loro cervello collassa perché il fisico non riesce a resistere alle influenze dell’elettricità della quale è carico l’ambiente. Oggi siamo in quel 2000, anzi oltre, e ben sappiamo che, oltre alle sostanze chimiche, ai rumori, alle polveri sottili, c’è una realtà invisibile che interferisce in modo negativo con le sostanze viventi e non viventi e nella quale siamo ormai immersi: si tratta dei campi elettromagnetici. Essi hanno assunto un'importanza via via maggiore, legata principalmente alla rete elettrica e allo sviluppo esponenziale e rapidissimo dei sistemi di telecomunicazione diffusi capillarmente sul territorio.

Articolo scritto dalla Dott.ssa Elisabetta Bellicini Medico Veterinario

Il CASO

foto bimbaLei è Bimba, cane meticcio femmina sterilizzata di 6 anni. Vive con la sua padrona e un altro cane (Kiki) femmina sterilizzata di 8 anni in una casa con ampio cortile privato. Non è quasi mai uscita dalla proprietà, poiché la signora ha avuto problemi gravi di vista che l’hanno portata a non poter neppure uscire di casa.

rescue remedyArticolo scritto dal Dott. Stefano Cattinelli Medico Veterinario

Nel percorso di accompagnamento empatico alla fine della vita il Rescue Remedy, il rimedio di emergenza dei fiori di Bach, è un rimedio davvero eccezionale.
Perché?

Il punto essenziale di questo articolo non è affrontare direttamente il tema del dolore (già affrontato in un precedente articolo) ma piuttosto riflettere su quanto importante sia stare nel proprio dolore.

Recensione scritta dalla Dott.ssa Dora Scialfa Medico Veterinario

lupo gubbioIl Dr. George Joseph Goodheart Jr., classe 1918, come ogni ricercatore open mind, quarantenne agli inizi degli anni '60, con l'anelito di essere sempre più efficace e d'aiuto ai suoi pazienti, trasforma la sua professione di chiropratico: usando i test muscolari di due fisioterapisti americani, Kendall e Kendall, scopre che la stimolazione sull'origine ed inserzione di un muscolo inibito o su aree ad esso riflesse lo rafforzano sorprendentemente. Grazie agli studi e alle ricerche con altri colleghi e professionisti trova nuove metodiche per rafforzare muscoli deboli, sviluppa il lavoro degli anni trenta del Dr. Frank Chapman e comincia a presentare i suoi studi in occasione di congressi. In seguito autorizza 12 chiropratici, tra cui il Dr. John Thie ad insegnare queste metodiche e da questa collaborazione nasce il Collegio Internazionale di Kinesiologia Applicata, per dare una formazione in Kinesiologia a medici e chiropratici e portare avanti le ricerche scientifiche.

Articolo scritto dalla Dott.ssa Marilisa Picca Medico Veterinario

dnaDa quando ho iniziato a occuparmi di Medicine Non Convenzionali, mi confronto quotidianamente con clienti che non si limitano a recepire passivamente, come contenitori vuoti, quanto gli viene prescritto dal medico. I proprietari che si rivolgono ai veterinari olistici sono spesso persone preparate e (iper)critiche, che amano informarsi ed essere coinvolte nella cura e nell'alimentazione dei loro compagni di vita.

 

Revisione editoriale a cura della Dott.ssa Cinzia Ciarmatori Medico Veterinario