Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookies.

user_mobilelogo

Qui trovi il veterinario giusto per te:

Veterinari esperti in:

Prossimi appuntamenti

 

iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Articolo scritto da Alberto dal Negro a cura di Elisa Bazzi

 pet therapy

Mi è stato chiesto di scrivere un articolo e, per non ripetermi, scrivo quello che ho vissuto stamane. Un articolo su una situazione drammaticamente attuale, che riguarda una parte consistente di persone che migrano verso il nostro paese e che è oggetto di traffico di esseri umani. Da alcuni mesi parallelamente al lavoro nell’ambito degli interventi assistiti con gli animali mi occupo di tratta e grave sfruttamento, un tema che disconoscevo e su cui si dibatte moltissimo, spesso senza cognizione di causa.

Articolo scritto dal Dott. Stefano Cattinelli medico veterinario

Anche se tutte le domande della scienza trovassero una risposta,
i nostri problemi esistenziali non ne sarebbero neppure scalfiti.
Wittgenstein

costellazione famigliari anima-liHo deciso di applicare la metodologia delle Costellazioni Sistemico Famigliari per gli Anima-li solo attraverso l’esperienza del gruppo allo scopo di dare a tutti l’opportunità di vivere l’immedesimazione con l’animale all’interno delle dinamiche famigliari.

Rappresentare e “mettere in scena” i propri animali è una cosa delicata e spesso difficile perché può venire facilmente “sporcata” da sensi di colpa e dal senso di inadeguatezza che si vive nello sperimentare certi moti interiori che appartengono all’animale e che a noi, nella nostra percezione ordinaria, sono del tutto sconosciuti; rappresentare invece gli animali che vivono con altre persone è piuttosto facile in quanto la libertà espressiva corporea-emozionale che si sperimenta è realmente in grado di farci sperimentare i livelli più profondi dell’esperienza interiore animale e in tal senso ci aiuta a conoscere meglio l’intera dimensione animale.

Articolo scritto da Maria Teresa Barca (allevatrice) e dal Dott. Stefano Cattinelli medico Veterinario

“Non è detto che l’amico del cuore appartenga alla razza umana”

Rocco Chinnici

Allevare eticamenteMi chiamo Maria Teresa ed ho 47 anni.

Per 25 anni ho venduto articoli e alimenti industriali per cani e gatti.

Iniziai negli anni ’90 quando si vendevano zuppe, salami di “carne”, riso soffiato e verdure liofilizzate; le uniche aziende di alimentazione per animali presenti sul mercato erano Hill’s ed Eukanuba.

Articolo scritto dalla Dott.ssa Roberta Ricci medico veterinario

Nell’accudimento dei nostri amici animali, la carezza e il massaggio possono essere, allo stesso tempo, preziosi strumenti di relazione, prevenzione e cura.

il toccoIl massaggio rappresenta un’antica forma di “terapia” capace di contribuire al benessere psico-fisico sia dell’essere umano sia degli animali domestici. Come in molti sapranno, la pelle è l’organo più esteso del corpo e il senso del tatto è, nello sviluppo embriogenico di ogni soggetto, il primo a svilupparsi. Il riflesso diretto e concreto di questo primato è che il contatto fisico rappresenta un bisogno primario. Questo vale per noi uomini e, naturalmente, anche per gli animali che ci vivono accanto e per i quali rappresentiamo il principale riferimento affettivo. Le conseguenze sono innumerevoli.

Articolo scritto dalla Dott.ssa Margherita Carretti, Etologa e Naturalista a cura del dott. Stefano Cattinelli medico veterinario

contagio emozionaleChiunque condivida la sua vita con un animale si sarà reso conto di come la comunicazione con loro viaggi anche attraverso un piano di tipo emozionale.

Non sto parlando solo di quegli episodi straordinari che si sentono raccontare in cui un animale non si allontana per giorni dal letto del suo compagno umano malato, ma di quei momenti di vita quotidiana, come una passeggiata, in cui anche solo un nostro piccolo aumento d’ansia viene percepito ed immediatamente porta ad un aumento dell’attenzione anche da parte del nostro compagno a 4 zampe.

Non si tratta di poteri soprannaturali, ma di un meccanismo adattativo sviluppatosi nel corso dell’evoluzione fin dall’origine dei cordati, più di 600 milioni di anni fa, chiamato Contagio Emozionale.