Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookies.

user_mobilelogo

Qui trovi il veterinario giusto per te:

Veterinari esperti in:

Prossimi appuntamenti

 

iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Articolo scritto da Maria Teresa Barca (allevatrice) e dal Dott. Stefano Cattinelli medico Veterinario

“Non è detto che l’amico del cuore appartenga alla razza umana”

Rocco Chinnici

Allevare eticamenteMi chiamo Maria Teresa ed ho 47 anni.

Per 25 anni ho venduto articoli e alimenti industriali per cani e gatti.

Iniziai negli anni ’90 quando si vendevano zuppe, salami di “carne”, riso soffiato e verdure liofilizzate; le uniche aziende di alimentazione per animali presenti sul mercato erano Hill’s ed Eukanuba.

Articolo scritto dalla Dott.ssa Roberta Ricci medico veterinario

Nell’accudimento dei nostri amici animali, la carezza e il massaggio possono essere, allo stesso tempo, preziosi strumenti di relazione, prevenzione e cura.

il toccoIl massaggio rappresenta un’antica forma di “terapia” capace di contribuire al benessere psico-fisico sia dell’essere umano sia degli animali domestici. Come in molti sapranno, la pelle è l’organo più esteso del corpo e il senso del tatto è, nello sviluppo embriogenico di ogni soggetto, il primo a svilupparsi. Il riflesso diretto e concreto di questo primato è che il contatto fisico rappresenta un bisogno primario. Questo vale per noi uomini e, naturalmente, anche per gli animali che ci vivono accanto e per i quali rappresentiamo il principale riferimento affettivo. Le conseguenze sono innumerevoli.

Articolo scritto dalla Dott.ssa Margherita Carretti, Etologa e Naturalista a cura del dott. Stefano Cattinelli medico veterinario

contagio emozionaleChiunque condivida la sua vita con un animale si sarà reso conto di come la comunicazione con loro viaggi anche attraverso un piano di tipo emozionale.

Non sto parlando solo di quegli episodi straordinari che si sentono raccontare in cui un animale non si allontana per giorni dal letto del suo compagno umano malato, ma di quei momenti di vita quotidiana, come una passeggiata, in cui anche solo un nostro piccolo aumento d’ansia viene percepito ed immediatamente porta ad un aumento dell’attenzione anche da parte del nostro compagno a 4 zampe.

Non si tratta di poteri soprannaturali, ma di un meccanismo adattativo sviluppatosi nel corso dell’evoluzione fin dall’origine dei cordati, più di 600 milioni di anni fa, chiamato Contagio Emozionale.

Di Matteo Gandi, educatore cinofilo e Ilaria Magnelli medico veterinario omeopata

Che esperienza fantastica quando un cane entra nel nostro nucleo familiare!

Un legame che si è co-evoluto in migliaia di anni, portando alla nascita di una nuova specie, il “Canis familiaris”, poi selezionato nelle centinaia di varietà che oggi conosciamo.

L’uomo e il cane, due specie differenti, hanno stretto un forte legame e forse lo sforzo maggiore è sostenuto proprio dal cane, nel tentativo di comprendere il nostro mondo e il nostro linguaggio.

Articolo scritto dal Dott. Stefano Cattinelli Medico Veterinario

 

Non esiste patto che non sia stato spezzato, non esiste fedeltà che non sia stata tradita, all'infuori di quella di un cane veramente fedele.

Konrad Lorenz

forza costellazioneÈ un dato di fatto, sperimentabile in prima persona da chiunque, che il cane vive una certa gioia nel fare le cose insieme a noi. Più noi condividiamo la nostra vita con lui prendendoci degli spazi specifici per fare delle esperienze insieme a lui più il nostro legame diventa saldo e più ci accorgeremo che il suo sguardo trasmetterà una richiesta di coinvolgimento sempre maggiore.